www.GrandeorientediRitoScozzeseAnticoeAccettato.it
 

GRANDE ORIENTE D'ITALIA DELLA MASSONERIA DI RITO SCOZZESE ANTICO ED ACCETTATO

   
    333  

- Dell'Ordine e del Rito in generale -

 

 
Degli abiti e fregi massonici

474. Ogni Fratello veste in Loggia l'abito corrispondente al suo grado e si decora dei fregi o gioielli correlativi, come dai Rituali di ciascun grado è prescritto.

475. Chiamasi abito tutto ciò che consiste nei grembiali, fasce, collari, guanti, nastri, cappelli, manti, ecc., attribuiti ai rispettivi gradi. Dicesi fregio o gioiello tutto ciò che è opera di orefice o gioielliere, di cui si ornano i Liberi Muratori a norma del loro grado o della loro carica in Loggia.

476. Ogni Loggia ha un fregio distintivo che i Fratelli portano appeso alla bottoniera. E' ordinariamente una figura metallica allusiva al titolo della Loggia. Questo fregio non deve punto somigliare ad alcuno dei fregi o gioielli prescritti dai Rituali per ciascun grado dell'Ordine, nè la forma ed il colore del nastro devono corrispondere al colore ed alla forma dei nastri, fasce e collari dei diversi gradi dell'Ordine e delle cariche di Loggia.

477. I Dignitari ed Ufficiali di una Loggia, oltre l'abito ed i fregi del loro grado, od oltre il fregio di Loggia, di cui si è parlato nel precedente articolo, portano sospeso ad un collare i seguenti fregi d'oro o di metallo indorato, cioè: pel Venerabile e l'ex Venerabileuna squadra, con la differenza che quest'ultimo la sospende alla bottoniera; pel primo Sorvegliante una livella e pel secondo Sorvegliante una perpendicolare; per L'Oratore un libro aperto, col titolo inciso: Statuti dell'Ordine; pel Tesoriere una chiave; pel Primo Esperto una spada; pel Maestro di cerimonia una doppia riga in croce S. Andrea; per l'Archivista due colonne; pel Guardasigilli una medaglia col fregio e titolo della Loggia; pel primo Architetto una riga divisa in nove decimetri; per l'Architetto Revisore un compasso; per l'Elemosiniere una corona di acacia; per l'Ospedaliere un calice; per l'Economo una borsa legata; pel Maestro di Casa (ordinatore dei banchetti) una cornucopia; per i Diaconi un guanto; per l'Araldo una lancia e pel Copritore interno tre chiavi incrociate.

478. Se diverse cariche siano occupate da uno stesso individuo (di che si è altrove trattato), il fregio dev'essere uno solo, cioè quello della carica maggiore.

479. Il fregio della Loggia si porta insieme ad ogni altro. Quello della carica è provveduto a spese della Loggia.

480. Qualunque Fratello appartenente alla nostra regolare Comunione ha facoltà di presentarsi come visitatore in una Loggia o Camera Superiore del proprio grado, secondo le modalità appresso indicate. I visitatori di qualunque grado sono ricevuti in Officina dopo la lettura ed approvazione della Tavola architettonica disegnata negli ultimi lavori, cioè dopo l'approvazione del verbale.

Dei visitatori

 
Per le Vostre richieste scrivete all'indirizzo segreteria@goirsaa.it
GRANDE ORIENTE D'ITALIA DELLA MASSONERIA DI RITO SCOZZESE ANTICO ED ACCETTATO
www.goirsaa.it