www.GrandeorientediRitoScozzeseAnticoeAccettato.it
 

GRANDE ORIENTE D'ITALIA DELLA MASSONERIA DI RITO SCOZZESE ANTICO ED ACCETTATO

   
    333  

- Dell'Ordine e del Rito in generale -

 

.
Del Copritore

163. Nelle Logge vi sono due Guardiani o Custodi del Tempio che diconsi anche Copritori. Uno è al di fuori della porta del Tempio ed è destinato a questo Ufficio il Fratello ultimo ricevuto od anche un F.. servente, che, armato di spada, tien lontani dalla porta quei Fratelli che vogliono entrare nel Tempio, sino a che, dopo aver massonica mente picchiato ed avvertito del loro arrivo il Copritore interno, non siasi provveduto ritualmente alla loro ammissione. L'altro è al di dentro e deve essere sempre armato di spada, ed esser Maestro, a meno che le circostanze ed il numero dei Fratelli non lo permettano. Dei due Copritori, l'interno è indispensabile, e costui solo, non mai l'altro, è ornato degli abiti e fregi del suo grado.

164. Quando un profano iniziando si presenta alla porta per entrare, il Copritore Esterno picchia con fretta da profano, e si rifugia in Loggia, gridando che la sicurezza del Tempio è minacciata.

165. Nel caso espresso nel precedente articolo, il Copritore Interno, quando l'altro si è rifugiato nel Tempio, richiude con qualche strepito la porta e ripete ad alta voce l'annunzio del Copritore Esterno. Tutte le volte che apre per le dimande di rito, avute le risposte, richiude con forza la porta a chiave o a chiavistello, e fa gli annunzi nel modo indicato.

166. Il Copritore Interno tiene sempre chiusa a chiavistello la porta del Tempio, ed, occorrendogli aprirla, deve sul momento chiuderla di nuovo.

167. Se si bussa massonicamente, egli ne dà immediatamente l'avviso a bassa voce al Primo Sorvegliante, onde ne giunga nei modi usati l'avviso al Venerabile.

168. Avuto l'ordine di accordare l'ingresso a qualche Fratello della Loggia o estraneo, egli non lascia passare alcuno che non sia massonicamente vestito, e, su ordine del M\V\ non ne abbia richiesto e ricevuta la Parola di passo del grado, in cui si sta lavorando, giusta i relativi rituali.

169. Se la Loggia sta accupata in lavori che richiedon silenzio ed attenzione, il Copritore Interno, sentendo bussare di fuori, risponde con un sol colpo dal di dentro per avvertire che non si può in quel momento aprire la porta. I Fratelli Liberi Muratori del 31\, 32\, C\ C\ 0\ e 33\ grado ed i membri del Governo solamente hanno il diritto di entrare in qualsivoglia occasione, e non si riprendono i lavori interrotti se non dopo che essi siano entrati, condotti ai loro posti, e complimentati.

170. Nessun Copritore può abbandonare il suo posto fino a che i lavori della Loggia non siano chiusi.

Dei Maestri di Cerimonie

 
Per le Vostre richieste scrivete all'indirizzo segreteria@goirsaa.it
GRANDE ORIENTE D'ITALIA DELLA MASSONERIA DI RITO SCOZZESE ANTICO ED ACCETTATO
www.goirsaa.it